Vi abbiamo già dato dei consigli sulla rimozione virus Cryptolocher . Ora vorremmo approfondire l’argomento raccontandovi di un intervento di assistenza a domicilio proprio per la risoluzione di questo problema.

Il nostro cliente purtroppo è incappato in questo malware poiché, come gran parte degli utenti attaccati (sempre di più in tutta Italia), non ha eliminato la mail che ospitava questo bel ricordino all’interno dell’allegato.

Il suo sistema non è stato compromesso subito, infatti ha continuato a lavorare normalmente accedendo ai file senza nessun apparente problema. Ma è stata questione di poco tempo:

protection malware

il virus Cryptolocher infatti si prende un po’ di tempo per l’installazione al termine della quale, una volta riavviato il PC, già si possono notare cose strane fino all’annuncio esplicito che ci informa della presenza del virus.

Il cliente non è più riuscito ad aprire nessuno dei suoi file: documenti, pdf, immagini e tutto il suo lavoro erano stati criptati e quindi non più leggibili. Cryptolocker chiede così il suo riscatto, ovvero una significativa somma di denaro per rilasciare i file compromessi.

uomo preoccupato telefono

A questo punto ci è giunta la telefonata. Dopo aver rassicurato il cliente, normalmente preoccupato per la situazione, e dopo avergli consigliato vivamente di non pagare assolutamente la somma richiesta in quanto non assicura il recupero dei file (processo tra l’altro pieno di bug e istigazione al crimine informatico), siamo giunti al suo domicilio per fornirgli assistenza per la rimozione Cryptolocker.
Prima però gli abbiamo consigliato di scollegare il pc dalla rete: una mossa importante che può impedire al virus di “rapire” più file.

Giunti al domicilio, con l’ausilio di alcuni strumenti, abbiamo ottenuto una lista dei file compromessi ed abbiamo poi eseguito una verifica della stessa manualmente: la situazione vedeva praticamente tutti i file criptati.

Dopo aver eseguito vari controlli abbiamo proceduto con la rimozione virus Cryptolocker con un potente anti-trojan. Di seguito abbiamo recuperato tutti i file.

Avendo preso atto della “tragedia sfiorata”, il nostro cliente ci ha chiesto anche di intervenire per mettere il più possibile in sicurezza il suo sistema. Infatti la sua rete wifi non aveva alcun tipo protezione, così dopo aver risolto il problema Cryptolocker siamo passati sul versante della prevenzione, quanto mai importante sia per i privati che per le aziende, perché soltanto proteggendosi si possono evitare virus e spyware.
Inoltre proteggere le reti serve a impedire che degli estranei le utilizzino senza autorizzazione.

Per questo la configurazione di un nuovo router wifi in questa situazione è stata fondamentale, ricordate che questa, oltre a farvi navigare in sicurezza, può migliorare di molto le prestazioni delle macchine.

Contattaci anche tu se il tuo computer ha bisogno di assistenza
e mi raccomando:

– Non aprire mail come quella illustrata in “Rimozione virus Cryptolocher”.

– Non pagate il riscatto, è un reato oltre a non assicurare la soluzione.

– Proteggete sempre il vostro pc con validi antivirus.

– Evitate il fai da te se non siete padroni del settore.

0