Milano sud: potenziamento notebook presso il negozio per una sostituzione di 1 hd con un SSD

Novembre 17, 2017 Categoria: , , , ,
notebook-ssd

Lentezza delle operazioni e ridotta velocità dei trasferimenti: l’help arrivato da un negozio di Milano Sud per il suo notebook di lavoro.

Analizzando la macchina del cliente ci è subito parso chiaro il problema, purtroppo molto comune, soprattutto con l’avvento delle evoluzioni tecnologiche delle componenti di pc e notebook.

Cosa c’entra l’evoluzione tecnologica? C’entra nella misura in cui si scontra con il disco fisso, l’hard disk, perché le performance di quest’ultimo sono sempre lente rispetto a processori e nuove ram!

Abbiamo spiegato la situazione al cliente che ci ha dato il via per l’intervento di potenziamento notebook attraverso la sostituzione dell’hard disk con SSD.

Mentre in un disco fisso di tipo tradizionale si trovano più piatti rotanti sui quali agiscono testine per la lettura e scrittura dei dati, un SSD si presenta come un insieme di circuiti integrati, moduli di memoria che provvedono ad ospitare i dati.

Gli SSD, chip di memoria affidabili che riducono drasticamente il tempo di caricamento, saranno infatti sempre più veloci di un disco meccanico in quanto utilizzano memorie flash dalle dimensioni molto grandi (NAND flash) che comportano una velocità di trasferimento dati molto elevata.

Grazie alle Nand si abbattono molti limiti degli hd, come la lentezza nell’apertura del sistema operativo e dei programmi, e prestazioni lente nell’accesso alla memoria, che poi rappresentavano il cuore del problema del negozio.

Per i notebook, in particolare, gli SDD sono sempre la scelta migliore anche davanti al vincolo della facilità di usura delle prestazioni nel tempo.

sostituzione-ssd

Abbiamo dunque proceduto alla sostituzione dell’hd con SDD che ha previsto pochi ma essenziali passaggi iniziati con il controllo di slot presente sulla scheda madre del portatile, in questo caso SATA III, uno standard che per gli SSD si rivela ottimo in quanto può portare al raggiungimento di elevate velocità (circa 500 MB/s medi).

Tutto ciò in termini lavorativi e di user experience vuol dire abbattimento delle attese nell’avvio del notebook, maggiore velocità nell’accesso alla memoria dati e in tutte le operazioni.

Stare a braccia conserte ad attendere qualcosa non è mai costruttivo, soprattutto se hai un’attività che richiede di essere veloci sempre!

1 commento

  • Laura says:

    Letizia[⭐⭐⭐⭐⭐] 17-07-2017 – negozio elettrodomestici (Milano)
    Pensavo di dover comprare un nuovo notebook, è stato sufficiente potenziarlo facendo sostituire l’hard disk. Sono molto soddisfatta della consulenza e del servizio.

Contattaci per informazioni:

Servizio per: aziendaprivato

Accetto la normativa privacy (richiesto)

Prova che sei umano selezionando l'icona corrispondente a Stella.