Cosa significa navigare in incognito?

Molte persone non sanno che esiste la possibilità di aprire pagine web e navigare su internet in modalità “privata” o “in incognito”, ovvero senza la memoria delle precedenti navigazioni, proprio come se fosse la prima volta che entriamo su siti che visitiamo in realtà tutti i giorni, su google, e come se su di noi e le nostre presenze sul web non ci sia più una traccia.

La navigazione in incognito non va confusa con la navigazione anonima, in quanto quest’ultima è in grado di nascondere l’indirizzo IP del nostro computer, la provenienza, il tipo di browser che usiamo per navigare, il sistema operativo del pc con cui accediamo in internet…

Visitare pagine web in incognito serve a tutt’altro, come vedremo tra poco.

Quando decidi di essere in incognito su internet sarai “protetto a livello locale, questo vuol dire che non lascerai nessuna traccia sulla tua attività di navigazione anche se latua identità” (che non è propriamente il tuo nome e cognome, indirizzo e data di nascita, ma l’identità della tua utenza, ovvero l’IP) sarà visibile all’esterno.

Quali vantaggi ti offre la navigazione in incognito?

La navigazione in incognito ti permette dunque di non lasciare tracce delle pagine online visitate e principalmente di visitare siti senza la memoria di certe personalizzazioni come login e password precedentemente inseriti.

Questa possibilità che ci viene offerta da tutti i principali browser, è molto utile, soprattutto per chi necessita compiere azioni variegate contemporaneamente.

La navigazione in incognito ti permette dunque di non lasciare tracce delle pagine online visitate e principalmente di visitare siti senza la memoria di certe personalizzazioni come login e password precedentemente inseriti.

Questa possibilità che ci viene offerta da tutti i principali browser, è molto utile, soprattutto per chi necessita compiere azioni variegate contemporaneamente.

Di seguito qualche esempio per cui questo tipo di internet surfing può rivelarsi vantaggioso.

  1. Poniamo il caso che siate in vacanza e abbiate bisogno di accedere a Facebook, alla vostra mail personale, oppure dobbiate visitare dei siti per ottenere informazioni. Attivando la modalità privata di navigazione potremmo avere la certezza che le nostre eventuali password inserite non vengano memorizzate su quel computer.
  2. Quante volte vi siete trovati a dover utilizzare il computer dell’ufficio per affari personali? Tranquilli, lo fanno in molti! Navigate in incognito e nessuno potrà mai sapere cosa realmente stavate facendo!
  3. A casa avete un pc di famiglia ma volete utilizzarlo per comprare on line il regalo a vostra moglie o a vostro figlio? In questo modo nessuno saprà dove avrete acquistato il regalo e nessuno potrà rovinare la sorpresa.

4. Molto spesso le ricerche che facciamo su Google ci restituiscono risultati in base alla nostra geolocalizzazione od altri elementi che il motore di ricerca può associare ai risultati che vi darà. Per esempio se voglio cercare on line una “Pizzeria per Celiaci” per curiosità e per vedere che tipo di pizze si possono fare senza glutine, se non navigo in incognito mi appariranno sicuramente le pizzerie per celiaci di Milano, perché il motore di ricerca sa che vivo lì. Navigando in incognito, invece, ho più probabilità che mi restituisca i risultati di pizzerie su tutto il territorio italiano, senza limitare i risultati al territorio che, in questo caso, non mi interessa.

5. Allo stesso modo, ho la possibilità di entrare in un sito come nuovo utente e senza che i cookies mi identifichino conoscendo anche la cronologia del browser, o che Google mi fornisca risultati in base alle informazioni delle mie ricerche passate.

6. Hai più account Facebook, Twitter e altri social. Con la navigazione privata puoi tenerli aperti in due pagine o schede diverse in contemporanea, funzione molto utile per chi ha bisogno di passare da un account all’altro velocemente.

Come configurare la funzione incognito sui maggiori browser?

La modalità di navigazione in incognito è una funzione inclusa in tutti i principali browser web, come Chrome, Internet Explorer e Firefox e ti permette di essere online senza lasciare tracce della navigazione: niente suggerimenti per la navigazione, niente passaggi memorizzati in cronologia, niente memoria dei dati inseriti, né cookie.

Vediamo ora i semplici passaggi da effettuare per navigare in modalità “privata” o “in incognito” (terminologia che può cambiare a seconda del browser utilizzato), ricordando che si può anche scegliere di cancellare i dati di navigazione del browser prima di chiuderlo (con “Cancella cronologia” in Chrome, “Elimina cronologia esplorazioni” in Explorer e “Dimentica” su Firefox).

1. Navigazione in incognito su Chrome

 

Se utilizzi Chrome come browser, devi andare in alto a destra su menù e cliccare su “Nuova finestra di navigazione in incognito”. Si aprirà una nuova finestra di navigazione in cui l’icona con cappello e occhiali e il testo “Sei passato alla navigazione in incognito”, vi confermerà che avete attivato la Private internet browsing.

Puoi attivare la funzione anche in modi diversi, senza andare nel menù, con i tasti: ctrl+maiusc+n.
Se invece navigando normalmente vuoi aprire un link incontrato in modalità in incognito, basta cliccare sul link con il destro del mouse e scegliere “Apri link in finestra di navigazione in incognito”.

3. Attivare finestra anonima in Mozilla Firefox

Anche in Firefox è possibile scegliere di navigare privatamente.
Nell’angolo in alto a destra del browser clicca sul pulsante menù contrassegnato dal punto interrogativo e scegli “Nuova finestra anonima” nel pop up che si apre.

In alternativa anche in Firefox puoi navigare in incognito attivando la funzione con i tasti: ctrl-maiusc-p.

ATTENZIONE: Non fatevi ingannare dal nome improprio che Firefox dà a questa modalità di navigazione, “anonima”; come spiegato all’inizio, non è un modo di navigare anonimo vero e proprio, ma semplicemente “privato”.

2. InPrivate Browsing in Explorer

Su Internet Explorer selezionare l’icona ingranaggio in alto a destra e scegliere “Strumenti”, dopodiché cliccare sull’opzione “InPrivate Browsing”.

Se per qualsiasi motivo non dovessi trovare questi elementi premi il tasto “Alt” su tastiera e accedi al menù Strumenti che si aprirà, attiva ora la modalità “InPrivate Browsing”.
Puoi anche utilizzare i tasti di scelta rapida “ctrl+shift+p”.

Ora puoi goderti la lettura, la visione o l’ascolto anche senza cookie o tracce dei tuoi movimenti online precedenti.

Buona navigazione!

Leave a Comment

0